Siamo fatti di stelle – Trieste Next

Siamo fatti di stelle - Trieste Next

Giovedì 26 settembre 2013, alle 21.00, presso il teatro Verdi di Trieste, c’è stata la serata d’apertura del Trieste Next (27-28-29 settembre 2013) che celebra il territorio triestino nell’ambito della ricerca scientifica. Lo scorso anno s’è svolta la prima edizione, dedicata al cibo “Save the food”, mentre quest’anno il tema è l’acqua “Water Wise”.
Trieste next si è aperto con una serata dedicata all’astrofisica fiorentina Margherita Hack, morta il giugno scorso all’età di 91 anni. Margherita Hack era nata a Firenze il 12 giugno 1922, da padre protestante e da madre cattolica, in via Cento Stelle. Da giovane era stata una campionessa di salto in alto e salto in lungo. A causa dello scoppio della seconda Guerra Mondiale si era diplomata senza svolgere l’esame di maturità presso il liceo classico “Galileo” di Firenze. Si era laureata in fisica nel 1945 con una tesi di astrofisica, prendendo il voto 101/110. Una anno prima, 1944, si era sposata con l’amico d’infanzia Aldo De Rosa, che la seguirà e la sosterrà per tutta la vita. Si era trasferita a Trieste nel 1963 e un anno dopo le era stata affidata la cattedra di astronomia all’Università di Trieste ed è statala prima donna italiana a dirigere l’Osservatorio astronomico di Trieste dal 1964 al 1987. È sempre stata vegetariana e animalista, infatti nella sua casa aveva cani e gatti. È morta a Trieste il 29 giugno di quest’anno, lasciando solo suo marito Aldo e un vuoto enorme in tante persone a lei care.

Tra gli ospiti della serata doveva esserci anche il sindaco di Firenze, Matteo Renzi, ma purtroppo, a causa di altri impegni non è potuto venire. La giornalista della Rai del FVG, Marinella Chirico, ha intervistato alcune persone, che in qualche modo, durante la loro vita, hanno avuto l’occasione di conoscere la grande Margherita. Tra una chiacchiera e l’altra sono stati proiettati alcuni filmati, molto divertenti, della Hack. Erano presenti: il sindaco di Trieste Roberto Cosolini, Debora Serracchiani (presidente della regione FVG), Federico Taddia (giornalista e conduttore televisivo), Filiberto Zovico (il direttore del salone della scienza) Don Pierluigi Di Piazza, Maurizio Fermeglia, Francesca Matteucci e Stefano Borgani (direttore dell’Inaf di TS).

La giornalista e conduttrice della serata, Marinella Chirico ha intervistato per prima la presidente della regione FVG, Debora Serracchiani, poi il direttore del salone della scienza, Filiberto Zovico ed infine il sindaco di Trieste, Roberto Cosolini. Dopo aver letto il messaggio di Renzi, nel quale si scusava per l’assenza, il pubblico è rimasto basito e non ha reagito….c’è stato un silenzio totale! Allora la presentatrice ha detto: ” Nessun applauso….niente!”. Finita l’intervista, queste tre persone importanti, hanno ceduto il posto agli altri invitati, mentre il sindaco è rimasto sul palco per tutta la serata. Tra una risata e l’altra hanno mostrato un video divertentissimo dove vediamo una Margherita Hack che viene portata in giro per Barcola a bordo di una 500 guidata da Fabio Volo, che le fa qualche domanda. (qui potete vedere il video: http://www.youtube.com/watch?v=f_5WL4Kn0EU). Ho riso tanto quando Margherita ha risposto alla domanda “Che succede alla materia dopo la morte?” “Beh, dicono che l’atomo di idrogeno non muore, potrei dunque trasformarmi, in un cane, un gatto, un sasso o anche in un pezzo di m…” perché proprio non me lo aspettavo! Durante la serata hanno anche mostrato un video dove la Hack si mette “faccia a faccia” con Zichichi. Parlano di tutto, libri, cinema, scienza, religione e alla domanda “Luogo ideale per trascorrere le vacanze?” Margherita risponde:”Io le vacanze le faccio ai Topolini a Barcola” Il pubblico è scoppiato in una forte risata!
E poi un’ altra domanda all’astrofisica:”Lettere, email o cellulare qual è il suo mezzo preferito per comunicare?” e lei risponde:”Tanto più comodo fare un’email che incominciare a scrivere, mettere in una busta, scrivere l’indirizzo, pigiare un francobollo…” (qui potete trovare il faccia a faccia Hack-Zichichi: http://www.youtube.com/watch?v=fcNjf8gJoIw).
Anche Don Pierluigi Di Piazza è intervenuto raccontando il ricordo che aveva della Hack. I due, lo scorso anno, si erano messi a confronto parlando di fede e ateismo e da una seri di dibattiti è nato il libro “Io credo. Dialogo tra un’atea e un prete”, curato da Marinella Chirico e pubblicato nel 2012.

L’evento si è concluso con un video musicale “Alfonsina” (campionessa italiana di ciclismo) del gruppo Têtes de Bois. M.Hack ha interpretato Alfonsina (Cliccate qui per vedere il video: http://www.youtube.com/watch?v=LDDnR-3_U0s). È stata davvero una bellissima serata piena di ricordi e di risate!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...