Sacro Gra, Monica Kirchmayr e Giuliano Gemma

Sacro Gra, Monica Kirchmayr e Giuliano Gemma

Ieri pomeriggio, 1 ottobre 2013, alle 16.40, sono andata al cinema per vedere il film-documentario vincitore del leone d’oro, alla 70esima mostra del cinema di Venezia, Sacro Gra di Gianfranco Rosi. Sapevo benissimo che non fosse un film allegro e che non era proprio il genere che prediligo, ma volevo dargli una chance e così mi sono seduta e ho cercato di diventare un tutt’uno con il film, ma purtroppo non ho fatto altro che guardare l’ora per vedere quanto mancava alla fine e pensavo, quasi sempre, ad altro. Mi ha depresso molto…non facevo che pensare a cose negative! Poi vedere tutte quelle ambulanze, quel mal di vivere, era orribile e dopo un po’ anche pesante! Sono consapevole che viviamo in un’epoca difficile e ci sono persone che soffrono molto, ma, a parer mio, il regista poteva evidenziare anche il lato positivo della vita delle persone che ha voluto utilizzare nel suo film. Gli incidenti, con le macchine distrutte, le bare buttate come se fossero immondizia…mi ha sconvolta!
Sacro Gra è un film dedicato alle gente umile, che di solito nessuno prende in considerazione, che abita nella zona del grande raccordo anulare di Roma (GRA). I protagonisti sono persone “reali” osservate nella loro vita quotidiana, nei momenti più brutti. Tutto ciò lo vediamo ogni giorno nei tg e in alcuni reportage e quindi si poteva cercare di raccontare anche le cose belle, perché sicuramente ci sarà qualcosa di positivo, che accade nella vita di queste persone. La cosa più straziante e che non c’era una trama, un filo conduttore, era tutto un po’ “campato in aria”. Comunque questo è solo un mio parere, ognuno ha la libertà di esprimere le proprie opinioni, ma devo ammettere che il film “O Gebo e a Sombra” trattava anche un tema simile a questo, descrivendo la vita di persone umili e tristi, ma era molto meglio! Si concentrava su un’unica famiglia, analizzandola per bene. Non mi creava così tanta tensione e angoscia. Se siete già scontenti del mondo in cui viviamo non vi consiglio di andare a vedere Sacro Gra e meglio divertirsi e ridere!.

Finito il film, finalmente, sono andata al bar Audace, in Piazza dell’Unità d’Italia, perché alle 19.00 iniziava una serata all’insegna della musica e dell’arte. All’esterno del locale erano stati esposti alcuni dipinti della pittrice triestina Monica Kirchmayr e mentre gustavo un succo di frutta, ascoltavo delle belle canzoni cantate dal vivo, che riscaldavano l’anima della clientela. I suo quadri sono favolosi, i colori, le luci, fanno sentir bene chi li osserva. È uno stile del tutto particolare e unico che io ammiro molto. Monica ha anche realizzato tantissime scenografie teatrali, ricordo quando ero un cigno nel balletto “Il lago dei cigno” le scenografie che lei aveva fatto erano bellissime, meravigliose. Ecco il suo sito web: http://www.kirchm.it

Grazie a questa serata, la mia depressione è svanita, ma purtroppo alle 22.30 ho appreso una notizia che non avrei mai voluto apprendere, l’incidente, le auto distrutte, le persone che soffrivano, ormai scorrevano nella mia mente….Giuliano Gemma è in fin di vita! Non potevo crederci, proprio lui, l’uomo che avevo incontrato lo scorso anno….non poteva essere! Alle 23.00 ho letto sull’Ansa che purtroppo non ce l’aveva fatta, era morto… strappato dalla vita, con ancora tanti anni davanti, a causa di uno stupido incidente stradale, orribile! Io ho un bellissimo ricordo di Giuliano Gemma che, quando mi vide lo scorso anno, mi chiamò “Bella Bimba!”. Ricordo il suo volto, dai lineamenti perfetti, il suo sguardo così penetrante, la sua gentilezza e la sua voce calda ed impostata. Mi mancherà molto….l’uomo in bicicletta, perché è così che me lo ricordo. Grazie per tutto caro Giuliano! Ciao! Un saluto dalla tua Bella Bimba.

P.S. Vedete, già nella vita succedono cose brutte e allora perché bisogna accentuarle?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...