Il giorno è servito di Emanuela Grimalda

Il giorno è servito di Emanuela Grimalda

Ieri sera, 31 novembre 2013, alle ore 20.45, presso il Teatro Comunale di Monfalcone, in occasione del Primo Festival regionale dei saperi femminili, l’attrice triestina Emanuela Grimalda ha intrattenuto il pubblico con il delizioso spettacolo, “Il giorno è servito” scritto dall’attrice stessa, di ricette gastrosentimentali come: il semifreddo di ex fidanzato al caffè, la ricetta di scatolette a base di paté di marito arrabbiato, di figlio bocciato e a base di riunione di condominio con fagioli e polvere da sparo…che va bene anche per Capodanno. L’attrice è entrata in scena, dalla platea, distribuendo alla gente biscottini e cioccolatini, che sono stati davvero graditi e il musicista Attilio Marzoli ha suonato alcuni pezzi con il sax ed il clarinetto, davvero ben eseguiti, durante i cambi di personaggio dell’attrice.
Tra una ricetta e l’altra Emanuela Grimalda ha interpretato vari ruoli: la vedova sicula, la donna che si dispera per il pollo che ha cucinato, la cuoca francese, Dio (una donna di mezza età) e per concludere in bellezza lo spettacolo, ha recitato due ricette molto particolari, una dedicata alla città di Trieste “Evviva l’A e po’ bon” e l’altra a Roma, la città dove, da molti anni vive. Le luci, curate da Michele Lavanga, hanno valorizzato al meglio l’esibizione di Emanuela Grimalda e hanno creato un’ottima atmosfera.
Come sempre l’attrice è riuscita a coinvolgere il pubblico, che s’è divertito tantissimo e non ha smesso mai di ridere. È stata proprio una piacevolissima serata che ci ha rallegrato il morale e ci ha fatto sorridere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...