“Italia e Croazia in dialogo” con Gillo Dorfles e Jagoda Buić

Sabato 14 dicembre 2013, alle ore 17.00, s’è tenuto l’incontro tra due culture, “Italia e Croazia in dialogo”, presso il Museo Revoltella di Trieste, in concomitanza con la mostra “Theatrum Mundi” di Jagoda Buić, artista dalmata.
Ad aprire la serata è stato Frano Miracco, assessore della cultura di Trieste, che ha voluto sottolineare l’importanza di tutti i mestieri legati all’arte quali, il bibliotecario, l’archivista e tanti altri, che purtroppo stanno scomparendo. Dopo aver ringraziato il critico d’arte, triestino, Gillo Dorfles (103 anni), gli ha regalato un’antica e piccola guida turistica della città, che racchiude molte immagini, in bianco e nero, della Trieste del secolo scorso. Lo storico d’arte Zvonko Maković ha espresso la sua gratitudine nei confronti di Dorfles, per avergli trasmesso, attraverso i suoi libri, tante nozioni e curiosità, che poi l’hanno appassionato all’arte, portandolo addirittura a diventare insegnante a Zagabria, infatti tra i suoi studenti c’era anche l’attuale direttore, Miroslav Gasparović, del MUO, museo dell’arte e dell’artigianato di Zagabria, anche lui presente in sale e partecipe all’incontro.
Tra gli altri ospiti c’erano anche il poeta e saggista Tonko Maroevic, che ha affermato come un tempo ci fosse uno stretto legame tra gli artisti italiani e quelli croati e ciò portava ad un inevitabile scambio di idee e la studiosa e docente Iva Grgić, che ha evidenziato l’importanza delle traduzioni letterarie, dall’italiano al croato e viceversa, per una corretta diffusione culturale.
Lo scrittore e traduttore Silvio Ferrari e il giornalista e scrittore di origine dalmata, Dario Fertilio, hanno ribadito l’importanza di questo riavvicinamento intellettuale, tra Italia e Croazia, che dagli anni ’60 in poi, era stato un po’ trascurato. Gli ospiti più acclamati sono stati il critico Gillo Dorfles e l’artista poliedrica Jagoda Buić, la quale ha voluto ringraziare tutte le persone presenti all’incontro.

L’ultra centenario critico d’arte Gillo Dorfles ha dichiarato di essere tornato con piacere nella sua città natia e di essere felice di partecipare ad un evento dedicato al riavvicinamento tra la cultura italiana e quella croata che, secondo lui, è di fondamentale importanza per il futuro.
Per quanto riguarda Jagoda Buić, Dorfles si è detto entusiasta della sua mostra e ha sottolineato:

“Le sue non sono soltanto sculture, sono architetture, che riempiono gli spazi del Revoltella, in un modo che non avrei assolutamente immaginato. Conoscevo le sue opere minori, ma vedere, di fronte a me, delle vere e proprie torri, dei veri e propri monumenti, oltre ai vari esempi di collage ecc… devo dire che mi ha impressionato moltissimo, quindi spero che questa mostra di Jagoda possa venire anche a Milano e a Torino, perché merita di essere conosciuta in tutta l’Italia. Mi dispiace di non potermi soffermare di più su Jagoda, che però voi avete a vostra disposizione, quindi è meglio vederla che sentirne parlare”.

L’ospite inaspettato della serata è stato il regista e scrittore Giorgio Pressburger, anche lui molto colpito dai lavori monumentali di Jagoda, il quale ha affermato che se nel futuro dovesse avere bisogno di una costumista e scenografa, per i suoi spettacoli teatrali, non esiterebbe a chiamarla.

Finita la conferenza mi sono congratulata con l’artista a tutto tondo, Jagoda Buić e con il critico d’arte, Gillo Dorfles, il quale s’è dimostrato molto disponibile e contento che una giovane si interessasse ai suoi libri e a tutto ciò che, ancora oggi, riesce a trasmettere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...