“Mare Primo” di Manolo Cocho

Questo pomeriggio, 25 gennaio 2014, presso la galleria d’arte “Lux Art Gallery”, s’è tenuto il vernissage della mostra “Mare Primo”, dell’artista messicano Manolo Cocho, dedicata all’amico Alejandro Santiago, scomparso recentemente.
Ormai è diventata quasi una consuetudine, iniziare con qualche minuto di ritardo, ma questa volta sono stati 30 minuti e, secondo me, erano un po’ troppi. A introdurre le opere dell’artista, è stata la signora Maria Campitelli, critico d’arte, che ha spiegato il significato del titolo della mostra, dicendo:

“Mare Primo”, perché? Primo in quanto, c’è l’acqua che è l’elemento primario da cui discende la vita, per questo, “Mare Primo”. Il Mare, invece, è una metafora sulla capacità creativa, sulla possibilità che ha il cervello umano di creare, attraverso una serie di riferimenti. Il primo riferimento è al famoso film di Tarkovski, del 1972, “Solaris”, che ha come motivo dominante l’oceano, che è quasi la lente d’ingrandimento, come dice l’artista, della capacità di creare, della possibilità creativa della mente umana. C’è il riferimento al grande artista Santiago, il suo amico, che rappresenta in qualche modo l’infinito, poi c’è ancora il riferimento specifico alla Land-Art o Erath Art, cioè all’arte della terra del paesaggio, infatti la terra e il paesaggio hanno sempre attratto l’artista”.

La parola è poi passata all’artista, che ha voluto ringraziare le persone che lo hanno sostenuto e ha augurato buona visione al pubblico, infine il sindaco, Roberto Cosolini ha rammentato con piacere l’emozione provata, durante la sua permanenza a Oaxaca, in occasione della mostra degli artisti del Gruppo78, tenutasi, da gennaio a settembre dello scorso anno.
Questa mostra apre una serie di iniziative artistiche e culturali, che fanno parte del progetto Mex-Pro, che celebrano i 150 anni dalla partenza di Massimiliano d’Austria, da Miramare verso il Messico e i 140 anni di relazioni diplomatiche tra Messico e Italia.

Sono esposte cinque sculture in vetro e circa una ventina di dipinti, che sono stati realizzati da ottobre fino ad oggi, su tela con colori ad olio e acrilici. Dal titolo della mostra, potete capire che il tema delle opere è il mare. In alcune tele il mare è dato da una pennellata molto ampia, grintosa, decisa, che emerge dalla tela diventando quasi materia, mentre, in altre è formato da macchie di colore, dalle tonalità tenui, che grazie alle loro forme dinamiche, creano vivacità nell’opera. La scultura che m’è piaciuta di più, tra quelle esposte, è “Barca del sol”, una barca color blu con un sole al posto della vela. I dipinti che ho preferito sono quelli dove il colore che regna sovrano, è il blu con tutte le sue nuances. Le opere di questo artista le ho gradite, anche se non le ho trovate spettacolari, forse perché alcune erano un po’ ripetitive, comunque è una mostra “rinfrescante”, graziosa, che merita d’esser vista.

Info:
“Mare Primo” di Manolo Cocho -dal 25 gennaio al 15 febbraio-
Presso la Lux Art Gallery, in via Rittmeyer 7/A, Trieste
Orario: da martedì a sabato dalle 10.30 alle12.30 e dalle 15.30 alle 19.30

Annunci

One thought on ““Mare Primo” di Manolo Cocho

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...