“2” di Giorgio Schumann

Ieri, 8 marzo 2014, alle ore 18, presso la Galleria Rettori Tribbio di Trieste, s’è tenuta l’inaugurazione della mostra “2”, di Giorgio Schumann, nato a Trieste nel 1950. Si è laureato in architettura presso l’università IUAV di Venezia. Successivamente ha collaborato con lo studio dell’architetto Romano Boico di Trieste, per poi passare all’insegnamento presso l’Istituto d’Arte Nordio di Trieste. Ora non insegna più e passa il suo tempo dipingendo, fotografando, creando nuove sculture.
E’ stato scelto il numero due, come titolo della mostra, per due motivi: il primo è perché è la seconda mostra dell’artista, presso la Galleria Rettori Tribbio e il secondo perché l’esposizione è il contrasto tra due tipi di arte: l’arte classica, pittura ad olio, e arte contemporanea, in particolare la Green Art, arte del riciclo, che consiste nel dar vita a oggetti di uso comune, che non vengono più utilizzati, ma reinterpretati creando delle vere e proprie sculture, simili al Ready-made di Duchamp.
Tra i quadri esposti vi sono tre omaggi: a Franz Eybl e Ferdinand Georg Waldmüller, pittori austriaci dell’Ottocento e a Christian Seybold, pittore tedesco del Settecento, che ha operato a Vienna. Tra le altre pitture in mostra, vi sono alcuni paesaggi carsici, tipici di queste zone, un quadro che raffigura piazza Ponte Rosso, durante un mercato, una banda che suona e un autoritratto, ironico, dell’artista. I tre dipinti, che omaggiano i grandi artisti dell’Ottocento e del Settecento, grazie alla cura dei dettagli e alle calde nuances, trasmettono perfettamente la pittura dell’epoca, pur essendo realizzati da un artista contemporaneo. Per quanto riguarda la Green Art, le sculture esposte, tra le quali alcuni insetti e un automobile, dimostrano una grande creatività di Schumann e la bravura nel utilizzare materiali diversi, di scarto, che attraverso le sue mani, vengono plasmati, diventando un oggetto completamente nuovo e davvero originale.

Se devo esser sincera, nel complesso, ho gradito di più la mostra “ Schumann Show” dello scorso anno, perché c’erano dei lavoro, a parer mio, più interessanti. Di questa esposizione mi sono piaciuti molto gli omaggi ai tre pittori, perché sembrano stati dipinti da un artista dell’Ottocento e i volti delle persone sono molto espressivi, bellissimi!

Info:
“2” di Giorgio Schumann dall’8 al 21 marzo 2014
Galleria Rettori Tribbio – Piazza Vecchia 6, Trieste
Orario: feriali dalle 10 alle 12.30 e dalle 17 alle 19.30. Festivi dalle 10 alle 12
(venerdì pomeriggio e lunedì chiuso)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...